bullismo
alcol
Crack
Cos'è
Il crack è la cocaina in forma di cristalli, è di aspetto simile a pezzetti di stucco o scaglie di sapone. A volte, viene venduto in pillole che non debbono essere ingoiate, ma fumate.

Modalità di assunzione

Il crack viene sbriciolato nel tabacco e/o nella marijuana e poi fumato come sigaretta o in una pipa: in tale caso si scioglie a una temperatura non elevata e si modifica in un gas che viene velocemente assimilato dai polmoni.
Altre modalità di assunzione sono le vie endovenosa e intra-nasale.
Le dosi medie di crack variano da 250 mg a 1 g

Nomi
• Palla;
• Svelta;
• Ice cube;
• Rock.

EFFETTI

A breve termine

• Senso di euforia;
• Iper eccitazione;
• Sensazione di onnipotenza;
• Forme di allucinazione.

A lungo termine

Se fumata provoca una dipendenza più rapida, perché gli effetti della sostanza (che raggiunge in sei secondi il cervello) sono particolarmente intensi e durano solo pochi minuti. Il consumatore è, così, spinto irresistibilmente a ripetere e la dipendenza si instaura anche entro poche settimane. A lungo andare è possibile individuare:

• Tendenza al suicidio;
• Disturbi cerebrali, respiratori e polmonari.

HELP

Chiedere aiuto può spaventare, ma non esitare se sei in difficoltà o lo è un tuo amico, chiama il 118 o un adulto di cui ti fidi.

LEGALITA’

Cosa rischia chi consuma e spaccia

E’ personale quella dose di stupefacente caratterizzata da una quantità di principio attivo inferiore ad un limite stabilito per legge. Per chi detiene una “dose personale”, sono previste delle sanzioni amministrative:

• Sospensione della patente;
• Divieto temporaneo di espatriare;
• Prescrizione di incontri psicoterapeutici e di cicli di analisi delle urine.

La cessione, o spaccio, di stupefacenti è certamente considerato un reato di particolare allarme sociale, dal 2006 è stata abrogata la differenziazione delle pene in base alla tipologia della sostanza ed è quindi giuridicamente irrilevante la distinzione tra droga pesante o leggera, le pene previste sono:

• Reclusione da sei a vent’anni.

Cosa si rischia guidando sotto l’effetto della droga

Secondo il nuovo codice della strada le pene per chi guida in stato psicofisico alterato correlato all’assunzione di sostanze stupefacenti secondo l’art. 187 sono le seguenti:

• Ammenda da 1.500 a 6.000 euro;
• Arresto da 3 mesi a 1 anno;
• Sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno