bullismo
alcol
Ecstasy
Cos'è
L'ecstasy è una pasticca che contiene un composto sintetico chiamato MDMA (metilenediossimetilanfetamina).

Ha l’aspetto di una pasticca, piccola, tonda e senza odore.
Esistono centinaia di tipi, anche di forma differente. Su ogni pasticca è impresso un disegno.
La dose attiva di MDMA è di circa 50-75mg (le pasticche contengono 70-100 mg di principio attivo).

Modalità di assunzione
E' quasi sempre ingoiata sotto forma di compressa o capsula.
L'MDMA rimane nell'urina per 2-4 giorni.
L'MDMA agisce 29/40 minuti dopo che la compressa è stata assunta, provoca brevi impeti di gioia che possono essere accompagnati da nausea. Il massimo dell'effetto si raggiunge 60-90 minuti dopo aver preso la droga. Gli effetti dell’ ecstasy cessano dopo 3-4 ore.

Nomi
• Gettone;
• Cala;
• Chicca;
• Pasta;
• Bambolina.

EFFETTI

A breve termine

• Crisi ipertensive ravvicinate, palpitazioni, tachicardia, ipotensione, senso di svenimento, rischi di sincope;
• Aumento del movimento respiratorio, disidratazione generale e, in particolare, della gola;
• Diminuzione della diuresi e difficoltà di urinare;
• Vampate di calore, pruriti e formicolii;
• Contrazioni, crampi, diminuzione o perdita dei normali movimenti di un'articolazione e dolori lancinanti;
• Debolezza e pesantezza degli arti, rigidità muscolare: contrazione dei muscoli masticatori, lucentezza anormale della pupilla;
• Inappetenza, restringimento generale di stomaco e vie intestinali;
• Depressione, stati d'ansia, agitazione, eccitazione e irritabilità, visioni, illusioni con effetti paranoici, stato confusionale, logorrea.

A lungo termine

• Variazioni di pressione e ritmo cardiaco con diminuzione del numero di piastrine e disturbi di coagulazione;
• Indebolimento organico, dolori diffusi nelle zone articolari, muscolari e tendinee causati da crampi e contrazioni;
• Ulcera gastrointestinale, eccessiva produzione di acido cloridrico da parte della cellule gastriche, gastrite, spasmi del piloro, alterazione dei movimenti volontari, disturbi intestinali;
• Angosce e inquietudini paranoiche, alternanza tra condizione semiletargica e agitazione;
• L'ecstasy spesso può assumere grande importanza nella vita delle persone creando dipendenza psicologica.

HELP

Chiedere aiuto può spaventare, ma non esitare se sei in difficoltà o lo è un tuo amico, chiama il 118 o un adulto di cui ti fidi.

LEGALITA’

Cosa rischia chi consuma e spaccia

E’ personale quella dose di stupefacente caratterizzata da una quantità di principio attivo inferiore ad un limite stabilito per legge. Per chi detiene una “dose personale”, sono previste delle sanzioni amministrative:

• Sospensione della patente;
• Divieto temporaneo di espatriare;
• Prescrizione di incontri psicoterapeutici e di cicli di analisi delle urine.

La cessione, o spaccio, di stupefacenti è certamente considerato un reato di particolare allarme sociale, dal 2006 è stata abrogata la differenziazione delle pene in base alla tipologia della sostanza ed è quindi giuridicamente irrilevante la distinzione tra droga pesante o leggera, le pene previste sono:

• Reclusione da sei a vent’anni.

Cosa si rischia guidando sotto l’effetto della droga
Secondo il nuovo codice della strada le pene per chi guida in stato psicofisico alterato correlato all’assunzione di sostanze stupefacenti secondo l’art. 187 sono le seguenti:

• Ammenda da 1.500 a 6.000 euro;
• Arresto da 3 mesi a 1 anno;
• Sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno.